San Vito Lo Capo

San Vito Lo Capo

Sulla costa nord occidentale della Sicilia, distesa e racchiusa nella baia compresa tra le riserve naturali dello Zingaro ad ovest e di Monte Cofano ad est, sorge San Vito Lo Capo. Gioiello e vanto della provincia di Trapani San Vito Lo Capo ha mille anime e mille suggestioni che si respirano tra le caratteristiche case basse e bianche, allineate al riparo dal sole e dal vento, ed attorniate da bouganville, hibiscus, gelsomini e alberi di aranci e limoni. La mente va subito all’altra sponda del Mediterraneo, a quel nord Africa che sembra essersi spostato qui in Sicilia.
Ma guardando il mare il richiamo è quello degli scenari tropicali: due chilometri di spiaggia bianchissima e finissima aspettano tutti gli appassionati ed un mare verde smeraldo che si spande in mille riflessi sotto il sole.
L’origine di San Vito Lo Capo è incerta e si perde nei secoli. Le prime testimonianze risalgono al 1400, quando venne edificato il santuario-fortezza, per dare ospitalità ai pellegrini, difenderli dai banditi e dai corsari barbareschi. Molto suggestiva è la cappella di Santa Crescenza in puro stile arabo e anch’essa con funzione protettiva per la costa. Di particolare rilievo dal punto di vista storico ed architettonico, le torri di avvistamento Impiso, Torrazzo, Sceri, Roccazzo, e Isolidda edificate nel 1584 a protezione di tutta la costa.Il territorio sanvitese è uno scrigno di tesori, offrendo al visitatore l’oppurtunità di visitare antichi borghi medievali o splendide oasi ricche di vegetazione come le riserve naturali di Cofano e dello Zingaro. Quest’ultima regala al turista numerose suggestioni, la riserva naturale dello Zingaro si trova in un angolo di mondo assolutamente incontaminato e ricco di vegetazione, dove è possibile ammirare un mare di un verde cristallino ancora incontaminato e numerose susseguirsi di calette silenziose protette dalle rocce a picco dove trovano rifugio rapaci in via d’estinzione. All’orizzonte, ad occidente, svettano le Isole Egadi (Favignana, Levanzo, Marettimo), apprezzate per la loro bellezza dei fondali incontaminati. Ad oriente si profila Erice, borgo medievale con radici che risalgono agli antichi Elimi, vanta oltre sessanta chiese.Per il turista visitatore basta spostarsi di poco per poter visitare luoghi di interesse storico, artistico e culturale tra i più belli del Mediterraneo come: Segesta e Agrigento ,il suo teatro e il suo tempio dorico; Erice, borgo medievale circondato da mura fenicio-puniche; Trapani, con le saline, lo splendido castello di Mare e davanti al porto le isole Egadi; Selinunte, grande parco archeologico; Marsala e Mothya, la fenicia,che si specchia nello Stagnone ed infine Palermo città ricca di bellezze artistiche storiche e culturali.Infine non possiamo non parlare della gastronomia sanvitese, non potremmo non menzionare il cous cous di pesce,il piatto principe di San Vito Lo Capo. Da sempre in questo suggestivo angolo di paradiso si cucina il miglior cous cous, con il meraviglioso pesce fresco pescato nei mari del Capo. Infatti ogni anno verso fine settembre si svolge la rassegna internazionale del Cous Cous Fest.E per finire i buoni sapori dei dolci, dei gelati, dei formaggi e dei piatti tipici locali…..A San Vito Lo Capo non si arriva per caso e non si riparte indifferenti per chi ama il mare con la sua spiaggia bianca caraibica è il luogo ideale per le famiglie che amano trascorre e gustare tutti i sapori di un posto incontaminato ancora tutto da scoprire.